google-site-verification: google0b89759c5c170d13.html
 
  • studiopollastro

Figli in quarantena e diritto al lavoro agile del genitore lavoratore.

La legge 126 del 13 ottobre prevede molte disposizioni in tema di rapporto di lavoro.

Ai sensi dell'articolo 21 bis, i lavoratori che hanno figli, di anni inferiori ai 14, posti in stato di isolamento o quarantena dalla ATS, hanno il diritto di svolgere il proprio lavoro con modalità agile.

Attenzione, si tratta di un diritto, quindi i lavoratori possono chiederlo e pretenderlo dal datore di lavoro.

Se ciò non risulta tecnicamente possibile, perchè l'attività lavorativa non consente uno svolgimento da remoto, i genitori lavoratori di figli posti in quarantena hanno comunque il diritto di assentarsi dal lavoro ed hanno diritto al percepimento di una indennità erogata dall'INPS, pari al 50% della propria retribuzione.

Attenzione occorre sottolineare che in tutti questi periodi il lavoratore otterrà dall'INPS il riconoscimento della contribuzione previdenziale piena.




16 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti